Cosa può avere in comune chi a breve ricoprirà una carica di responsabilità e prestigio, come quella del tecnico del Frosinone Calcio, squadra che parteciperà alla prossima serie B, con tante pressioni su una pronta promozione in A, e Giacomo, Donato, Giancarlo e Cosimo che hanno da poco terminato il corso in Web Development?

In apparenza nulla ma c’è qualcosa sul loro futuro che li accomuna e, a breve, ti dirò cosa.

Prima, però, lascia che faccia i complimenti a questi ragazzi.

Per 2 ragioni in particolare.

La prima ragione è che ammiro, sinceramente, le loro abilità di “smanettoni” che sono, definizioni improprie a parte, competenze certificate dalla Regione Puglia con tanto di attestato e riguardano la progettazione , la produzione e il design di contenuti web e digitali. Se vuoi sapere di più su come ottenere un attestato del genere, clicca qui.

Ogni volta che, per lavoro o per semplice diletto, mi trovo a collaborare con questa sorta di “artigiani digitali”, rimango abbagliato dalla loro capacità di sfoderare soluzioni impensabili per potenziare le idee di business di cui mi occupo. Ogni volta che ricevi una mail, atterri su un sito web che sembra fatto appositamente per i tuoi desideri, ogni volta che ti meravigli della “intelligenza” della tecnologia che pervade la tua quotidianità, sappi che dietro c’è gente come Giacomo, Donato, Giancarlo e Cosimo ma, soprattutto, il loro docente, ora mentore, Gennaro Divittorio. Di cui ti parlerò tra un paio di righe.

La seconda ragione è che in clima di pessimismo totale, di sfiducia nera nelle giovani generazioni, con la tv che continua a raccontarci di una disoccupazione dilagante, questi ragazzi hanno fissato ben chiaro il loro obiettivo e hanno tracciato una mappa di azioni utili a raggiungere il proprio scopo. Il nostro corso di formazione in Web Development era una di queste azioni e il loro scopo lo hanno raggiunto, ora ti dirò perché.

Torniamo al loro docente. Gennaro è una delle menti più brillanti che abbiano mai varcato la soglia di CDQ FORMAZIONE.

Gennaro si definisce solamente un curioso ma se si fosse parlato di maker e artigiani digitali già vent’anni fa, non avrebbe e non avrei problemi a definirlo.

Nonostante la giovane età, ha già all’attivo progetti che hanno rivoluzionato il rapporto tra tecnologia e attività produttive in Puglia. Gennaro fa impresa in questo territorio e porta una innovazione che, senza gente come lui, dovremmo aspettare anni prima di vedere qui.

Solo per citarti alcuni progetti: Solarfertigation – Il progetto sul Fertirrigatore Solare Intelligente che consente la fertilizzazione ed irrigazione dei terreni, giardini e spazi analoghi con l’alimentazione elettrica effettuata attraverso un sistema ad Energia Solare Fotovoltaica concepito in isola.

CO2 Monitor – Lenview: Il Sistema di monitoraggio della qualità dell’aria (commissionato da Lenviros www.lenviros.com per conto di Aeroporti di Puglia)

Come ti dicevo, i ragazzi hanno raggiunto il loro scopo. Ecco perché Gennaro, tra pochi giorni, non sarà più il loro docente e mentore ma il loro datore di lavoro.

Giacomo, Donato, Giancarlo e Cosimo inizieranno, tra pochi giorni, la loro esperienza di tirocinio formativo extracurriculare finanziato dal programma Garanzia Giovani, lo stesso programma che gli ha permesso di conoscere Gennaro, di frequentare un corso gratuito di 200 ore basato su competenze certificate dalla Regione Puglia e che ora gli permetterà di affrontare una vera e propria esperienza professionale e formativa, soprattutto retribuita.

Già, perché il lavoro si paga.

Questi ragazzi e il loro prossimo datore di lavoro sono la dimostrazione che anche qui, dove tutto sembra avere assunto la forma di un deserto senza opportunità di crescere e diventare indipendenti, ci sono invece concrete opportunità di fare il lavoro che si merita e per cui si è portati.

In 4 anni CDQ FORMAZIONE, tramite GARANZIA GIOVANI, il programma comunitario della Regione Puglia che finanzia formazione e avviamento al lavoro per i giovani pugliesi under 30:

  1. Ha orientato 374 ragazzi;
  2. Ha organizzato 19 corsi (quasi 5 all’anno) formando 197 persone;
  3. Ha avviato 80 tirocini, 20 all’anno. Vuol dire che, a meno di un mese l’uno dall’altro, un ragazzo ha usato la leva del tirocinio per farsi spazio nel mondo, grazie a noi e grazie a lui che non ha perso tempo a lamentarsi sui social e nei bar e ha trovato la sua strada per crescere.

 

I numeri sono già da aggiornare.

 

Mentre ti scrivo un altro corso è partito, un orientamento è in corso e altri due tirocini partiranno domani.

 

Insomma, se hai tra i 18 e i 29 anni e senti che da questa storia c’è da trarre una qualche indicazione per il tuo domani, ti consiglio di entrare nel programma Garanzia Giovani e spianarti la strada per il futuro che meriti.

 

Clicca qui, leggi le informazioni sul programma e compila il form di adesione.

 

Valeria, la nostra responsabile del programma, ti richiamerà in poco tempo e ti darà tutte le istruzioni necessarie per partecipare ai corsi che sono in continua partenza.

 

All’inizio del Blog ti ho detto che questi ragazzi hanno qualcosa in comune con il prossimo allenatore del Frosinone Calcio.

 

Nasce tutto da una iniziativa del Fan Club ufficiale della squadra gialloblù che, alcuni giorni fa, ha pubblicato questo post, nel quale si offriva l’incarico di Allenatore tramite il programma finanziato GARANZIA GIOVANI.

frosinone gg

Provocazione? Certamente si, ma questo non vuol dire che il post non abbia una potenza comunicativa che spacca le rocce a metà.

Ci vedo il desiderio di una tifoseria di ricercare energia, voglia e quel “fuoco dentro” di chi ha davvero fame di imparare e voglia di lavorare.

Il fatto che Garanzia Giovani venga usato come “Big Idea” per veicolare questo messaggio, mi inorgoglisce, considerato che ho visto la nascita di questo programma e ho assistito, in 4 anni, a orientamenti che si sono trasformati in corsi di formazione, poi tirocini e poi lavori stabili.

Non tutte le esperienze con Garanzia Giovani sono state positive?

E quale esperienza nella vita ti da il 100% di riuscita assicurato?

Nessuna.

Solo rimanere a casa a guardare le repliche di Baywatch lo è. Ma questo non ti porterà mai ad avere un lavoro. Questo si che è garantito al 100 %.

Tentare, e farlo sempre, ti fa andare a letto con la consapevolezza che la giornata vissuta non è andata sprecata.

Clicca qui e datti un’opportunità.

Dipende da te.

A presto!

Stefano – Area Progettazione.

Clicca qui per visualizzare tutti gli articoli del blog →

Inserisci un commento


Sign up to our newsletter!


[contact-form-7 404 "Not Found"]
[contact-form-7 404 "Not Found"]