In questo post ho deciso di svoltarti non solo la giornata o la settimana ma la vita, sempre che anche tu desideri farlo. So che può sembrare una promessa un tantino sopra le righe o una di quelle che servono solo ad attirare la tua attenzione per poi rifilarti la fregatura finale. Ma se deciderai di dedicarmi 5 minuti del tuo lunedì, per arrivare fino alla fine dell’articolo, potresti darmi ragione. Sì, perché oggi voglio parlarti di come guadagnare realizzando app.

Sì, proprio come quelle che ingolfano il tuo cellulare da quando esistono gli smartphone, praticamente.

Fino ad ora le hai usate, ci hai giocato, le hai consultate, ora potresti fare un passo in più, “sederti dall’altra parte” e magari inventarne una che possa diffondersi addirittura a livello mondiale e portarti bei soldini.

Sapere come guadagnare realizzando app potrebbe infatti fornirti un grande vantaggio rispetto ai tuoi stessi coetanei, magari appassionati anche loro del settore, che però non hanno avuto la fortuna o l’arguzia di soffermarsi su questo post.

A ben guardare ci sono numerose soluzioni che spiegano come guadagnare realizzando app.

Se imparassi a farlo potresti lavorare come consulente o dipendente per grandi aziende o software house, ricevere commissioni di un certo livello, in Italia come all’estero.

Io però vorrei virare il discorso verso un punto di vista più imprenditoriale e percorrere con te i passaggi necessari a sapere come guadagnare realizzando app, partendo da zero e in proprio, senza dar conto a nessuno.

Ecco come procedere in soli 4 step. E taccuino alla mano.

1. Elabora un’idea vincente           

Facile a dirsi, come se ognuno di noi ne avesse una pronta in tasca.

So bene che non è facile avere in mente l’idea pronta a stravolgere la vita al mondo. Ma farsela venire non è poi così difficile. Devi solo provare a fare un costante esercizio di osservazione.

Guardati intorno, entra nelle maglie della tua quotidianità, parti da ciò che ti piace o, viceversa, da ciò che proprio non sopporti e vorresti cambiare.

In due parole cerca di capire quali sono i problemi che incontri nella vita di tutti i giorni e che ti accomunano con le persone che conosci.

In questo modo riuscirai a beccare due piccioni con una fava: il problema e il target.

2. Individua la tua nicchia di riferimento

Problema e target sono già la tua nicchia in realtà. Sì, perché non appena sarai riuscito a restringere il campo  e a mettere a fuoco su cosa una certa tipologia di persone proprio non viene a capo, allora l’idea sarà bella che servita e dovrai solo affinarla.

E affinarla vuol dire continuare a osservare. Chi sono le persone che hai individuato, che caratteristiche hanno, come vestono, dove si intrattengono, che età hanno, chi ascoltano, a chi danno fiducia, qual è la loro esigenza principale.

Proprio su questa dovrai battere, capire in che modo tu puoi offrire loro la giusta soluzione, a portata di mano, solo attraverso una semplicissima app.

3. Analizza il mercato e i tuoi concorrenti

Certo, non sarai mica il primo o l’ultimo a sperare di guadagnare realizzando app. Magari l’idea che hai avuto tu, l’hanno avuta altri 100 prima di te e magari hanno già creato soluzioni più che efficaci per soddisfare le esigenze del tuo stesso target.

Ecco a questo punto devi osservare e analizzare anche loro. Cosa fanno, come lo fanno, quando e con quali risorse. Se vogliamo, in questa fase, devi provare a individuare i loro punti deboli, gli stessi su cui tu, con le tue conoscenze e capacità, puoi fare la differenza ingranando una marcia in più rispetto a loro, che sono arrivati prima di te.

4. Acquisisci le competenze tecniche per realizzarla

In realtà qui avrei anche potuto scriverti di rivolgerti a dei tecnici in gamba, capaci di tradurre in codice la tua fantastica idea, pubblicarla, metterla in giro sugli store degli smartphone e farti incassare tutto il denaro che meriti. Ma ti avrei creato un problema ancora più grosso: come avresti pagato i validissimi tecnici?

Sì, perché se sono davvero bravi costano e tu, che in questo momento cerchi fonti di guadagno e non di spesa, certo non puoi permetterti di indebitarti con loro, per un lavoro che non saprai mai fino in fondo quanto sia stato realizzato bene e quando, soprattutto, ti farà recuperare le spese.

Così ti fornisco una soluzione  apparentemente più faticosa, ma decisamente più economica e costruttiva: IMPARA A CREARTI DA SOLO LA TUA APP.

Il detto “chi fa da se, fa per tre” in questo caso calza a pennello e fa al caso tuo per mille ragioni.

Solo per citartene due:

1. impareresti a realizzare la tua app come la desideri davvero, senza passare sotto le grinfie di questi tecnici che ti rifilano soluzioni magari anche valide, ma lontane dal tuo gusto e dalla tua idea. Se apprendi come realizzare la tua app in autonomia, non dovrai dar spiegazioni a nessuno, risparmiando davvero un sacco di tempo e soldi;

2. impareresti un mestiere e di questi tempi ti sembra forse poco? Acquisire le nozioni necessarie a tradurre la tua idea in una app, inevitabilmente ti porterà a procacciarti tutti gli strumenti basilari e necessari per svilupparne anche altre, di tua invenzione o per conto terzi.

Ora, la domanda più spontanea che potresti pormi, giustamente è: sì, ma in che modo posso imparare a sviluppare app?

Eccoti allora che ti fornisco la soluzione definitiva e soprattutto totalmente GRATUITA e a portata di mano.

Avrai sentito parlare, molto probabilmente, del programma Garanzia Giovani, finanziato dalla Regione Puglia e rivolto a tutti i giovani fino a 29 anni, che desiderano imparare un mestiere esattamente come te.

Bene, se non lo sapevi, te l’ho appena detto.

Nell’ambito di questo programma, la CDQ Formazione, ha sviluppato una lista di corsi di formazione molto calzanti con le richieste del mercato lavorativo locale, in modo da mettere tutti i partecipanti nelle condizioni di trovare facilmente un impiego al termine del corso.

Fra questi c’è il corso di formazione in WEB DEVELOPER, sviluppatore web, che fra le altre competenze ti fornisce anche le basi per realizzare app.

Non solo, partecipando al corso impareresti anche a realizzare siti web, e-commerce, landing page, tutto ciò che può servirti, domani, a completare le tue conoscenze e promuovere la tua app a 360°, facendoti diventare, fra l’altro, un professionista del web davvero completo.

Ora, quanto credi che possa costare un corso del genere?

Prima che tu possa iniziare a dare i numeri, te ne fornisco subito io uno: ZERO!

Il corso in web developer della CDQ Formazione è completamente gratuito, non ti farà sostenere alcun costo, anzi, ti rilascerà anche un bonus di 400 Euro per il solo fatto di avervi partecipato.

Ti sfido adesso a trovare l’inghippo.

Dopo aver speso questi 5 minuti a leggere il post, ti sfido a rileggerlo altre mille volte solo per trovare la fregatura. Lo faccio perché sono assolutamente certa del fatto che non ve ne siano, anzi. Credo tu abbia solo da guadagnarci.

Cosa ti resta da fare quindi ora? Semplice, compilare il form per essere ricontattato dallo staff della CDQ Formazione e ricevere tutte le delucidazioni, chiarimenti, conferme, informazioni che desideri, se ancora hai dubbi.

Affrettati, perché il corso ormai è in partenza, a febbraio inizieranno le lezioni. Far passare questo treno vuol dire permettere alla concorrenza di arrivare prima di te e soffiarti il “sogno”.

Certa che farai la scelta giusta, ti ringrazio per avermi dedicato un pezzettino del tuo lunedì.

Poi mi dirai se ne sarà valsa la pena o meno.

Paola – Responsabile Comunicazione CDQ Formazione

Leave a Comment

[contact-form-7 404 "Not Found"]
[contact-form-7 404 "Not Found"]