Quando si parla di web c’è sempre molta confusione anche fra gli addetti al mestiere. Chi disegna, chi progetta, chi sviluppa, chi imposta, chi scrive, sono molte le figure coinvolte quando bisogna mettere su un sito internet di qualunque genere. Il primo passo da compiere, se desideri fare carriera nel web, è senz’altro conoscere le differenze tra development e design.

Le differenze fra i ruoli, col passare del tempo, sono di fatto divenute sempre più liquide anche in virtù del fatto che figure diverse utilizzano medesimi programmi informatici per il loro lavoro.

Eppure le diversità ci sono eccome.

Conoscere le differenze tra development e design, chi sviluppa e chi progetta è basilare per capire in quale dei due rami specializzarsi.

Per farlo occorre innanzitutto comprendere i concetti di backend e frontend.

Il primo è tutto ciò che è dietro un sito internet, l’interfaccia su cui mettono le mani gli addetti ai lavori e totalmente sconosciuto agli utenti, che invece vedranno solo il frontend del portale, il risultato finale.

Generalmente, quindi, sul backend lavorano i programmatori, gli sviluppatori, i DEVELOPER, gli esperti in linguaggi di programmazione come PHP o ASP per citare i più noti, quelli che maneggiano codici e database.

Mentre sul  frontend lavora il designer, che si occupa di realizzare la grafica, applicarla al web e renderla fruibile a tutte le esigenze del navigatore. E qui entrano in gioco le difficoltà dovute alla varietà di sistemi operativi, browser, dispositivi, dimensioni, comportamenti.

In riferimento a questi due aspetti, bisogna tenerne in considerazione un altro: la differenza fra l’esperienza dell’utente (UX) e l’interfaccia utente (UI).

Fondamentalmente  chi si occupa di “impostare” l’aspetto relativo all’esperienza dell’utente – UX, deve sapere quali scelte dovrà effettuare l’utente all’interno di un sito e in che maniera reagirà ad ognuna di esse, in modo da progettare un’interfaccia che gli consenta un’esperienza soddisfacente.

Chi invece si occupa della parte relativa all’interfaccia utente – UI, attraverso atti concreti tecnologici, consente all’utente di relazionarsi col sito.

Anche UX e UI design non vanno confusi, poiché rappresentano due momenti diversi della produzione di un’interfaccia, ma sono anche due ambiti che lavorano insieme per definire la relazione che l’utente avrà con il prodotto web.

Questo, solo per farti capire quanto sia importante conoscere le differenze fra development e design di un portale, dato che la loro identificazione non è sempre scontata e immediata.

In buona sostanza il web designer nel suo ruolo di UI designer deve fare attenzione a:

  • tipografia ed interfaccia, affinché dialoghino bene tra loro nel comunicare un messaggio contenutistico al pubblico destinatario;
  • schema di colori, che sia il più chiaro possibile, in modo da guidare l’utente senza confonderlo;
  • struttura del sito, immediatamente riconoscibile, per dare la possibilità al visitatore di decidere, in pochi secondi,  cosa deve fare, ovvero dove debba cliccare.

Il mainstream per un buon UI design consiste nell’immedesimarsi nei panni del visitatore prima di creare il portale.

Per farti un esempio più crudo: se in un frontend un designer impiega due secondi a orientare il suo click, un utente medio se ne andrà prima di aver capito cosa fare.

Nelle operazioni di UX design, il web designer deve invece tenere in considerazione la semplicità e l’immediatezza di navigazione, ottimizzando l’usabilità del prodotto, l’orientamento dell’utente e pilotare il click del visitatore velocemente e senza indugi verso l’obiettivo.

Alla luce di queste differenze, fondamentali da conoscere, affermare che l’ UI sia competenza del web designer, mentre l’UX del developer sarebbe troppo riduttivo e fuorviante, dato che il prodotto web ottimale è frutto delle competenze multiple.

A definitiva conferma è sufficiente uno sguardo a una qualsiasi offerta di lavoro del settore: sempre più spesso chi cerca un professionista della progettazione e realizzazione di siti web chiede una figura che sappia svolgere contemporaneamente sia operazioni di web development che di web design -quando va bene.

Troppe volte si richiedono anche competenze di community manager, account, analista, esperto SEO e sviluppatore app.

Anche perché, ormai, un ingegnere informatico o un architetto, un sistemista o un grafico, da soli, sono figure professionali troppo esclusive per un progetto web che voglia avere un ampio respiro in un mercato sempre più sfaccettato.

Ecco perché diventa fondamentale acquisire tutte queste competenze quando decidi di intraprendere la strada del WEB DEVELOPMENT.

Il segreto, infatti, è sempre quello di formarsi e mai lasciare tutto all’improvvisazione.

Ed ecco che entriamo in gioco noi della CDQ Formazione, con il nostro corso di formazione GRATUITO in WEB Development, nell’ambito del programma di finanziamento della Regione Puglia GARANZIA GIOVANI.

Un percorso che oltre a fornirti gli strumenti utili per  metterti subito in gioco nel  mercato del lavoro, ti consentirà di ricevere un bonus di partecipazione pari a 400 Euro.

Tutto ciò che dovrai fare è semplicemente compilare il form nella nostra sezione dedicata e attendere di ricevere tutte le informazioni necessarie per permetterti di partecipare al corso e non perdere questa fantastica occasione.

A presto.Paola – Responsabile Comunicazione CDQ Formazione

Leave a Comment

[contact-form-7 404 "Not Found"]
[contact-form-7 404 "Not Found"]