Termina il progetto voluto dall’amministrazione comunale di Barletta, dedicato ai percettori di sostegno al reddito

Quando in CDQ parliamo di spirito di servizio silente e concreto, ci riferiamo proprio ad attività come quella che ti racconterò a breve.

Una attività nata poco prima dello scoppio della pandemia, dei cui effetti però, ne è stata investita. Anzi travolta.

Ieri abbiamo posto l’ultima tassello al mosaico “PON INCLUSIONE”, il progetto del comune di Barletta dedicato alla formazione professionale dei percettori di sostegno al reddito, finalizzata al loro reinserimento nel tessuto lavorativo.

L’idea di Sara Pellegrino e Stefano Germinario, coordinatori del progetto, è stata quella di impostare un percorso formativo basato sulle competenze necessarie per lavorare nel mondo del marketing digitale.

Un settore in rapida ascesa che, a dispetto di quanto si possa pensare, non ha bisogno di grandi conoscenze accademiche, ma di sensibilità e capacità critica, su cui poi impostare le competenze tecniche.

Ieri , nella Sala Rossa “Vittorio Palumbieri” del Castello di Barletta, alla presenza del nostro Responsabile Amministrativo e Referente di Progetto Pasquale Prudente, sono stati consegnati gli attestati ai partecipanti al percorso formativo, erogato, ricordiamolo, nell’ambito del FSE 2014/2020 Asse 1 – PON Inclusione.

La cerimonia di consegna degli attestati

Alla cerimonia è intervenuta l’assessora alle Pari Opportunità e alle Attività Produttive Rosa Tupputi, insieme a numerosi funzionari comunali e agli altri rappresentanti degli enti formativi.

L’obiettivo perseguito dal percorso, dè da ricercare nella qualificazione/riqualificazione delle competenze trasversali formative attraverso la valorizzazione e il potenziamento del grado di autonomia e di self-empowerment, cioè della capacità di crescita e di miglioramento.

Le attività hanno così consentito l’acquisizione di competenze certificate riconducibili al Repertorio Regionale delle Figure Professionali della Regione Puglia https://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/rrfp

L’assessora Tupputi ha espresso parole di elogio per l’iniziativa:


«Abbiamo voluto puntare ad un percorso mirato, sia per il target dei beneficiari che per la tipologia della formazione, più aderente alle esigenze attuali del marcato lavorativo. Si tratta di un investimento elaborato per attribuire maggiori competenze, ma anche di un cammino orientato a motivare le persone che ne sono state protagoniste e a trasformarle in punti di riferimento per i futuri colleghi e la società. I primi risultati sono assolutamente lusinghieri, lo conferma la notizia dell’assunzione a tempo determinato di una iscritta ai corsi in un’impresa del settore ricettivo”

L’auspicio è che progetti come questo diventino una buona prassi da replicare in più realtà comunali, facendo seguito alle reali volontà dei legislatori che hanno pensato a queste formule di welfare.

Un grande ringraziamento va a Carla Metta e Stefania Zagaria che si sono occupate delle operazioni di erogazione della formazione, oltre a tutto il personale docente coinvolto.

Leave a Comment